Consumo di suolo e bioplastiche 10.09.2019

10 Settembre 2019

Il 7,6% suolo italiano è ormai irrimediabilmente coperto di asfalto, cemento e altri materiali artificiali. Da anni si attende una legge che permetta di raggiungere l'obiettivo di arrestare il consumo di suolo entro il 2050, come impongono l'UE e gli accordi sottoscritti all'Onu. Le bioplastiche, formate da polimeri che possono essere conferiti nei rifiuti compostabili, stanno finalmente prendendo piede nel settore della grande distribuzione. Ma tra le migliaia di buste di plastica a norma si nascondono purtroppo ancora troppe di quelle contraffatte.

Intervengono

  •  Michele Munafò, Istituto Superiore di Protezione e Ricerca Ambientale
  •  Carmine Pagnozzi, direttore di Assobioplastiche

Ecosistema del 10 settembre 2019

Il 7,6% suolo italiano è ormai irrimediabilmente coperto di asfalto, cemento e altri materiali artificiali. Da anni si attende una legge che permetta di raggiungere l'obiettivo di arrestare il consumo di suolo entro il 2050, come impongono l'UE e gli accordi sottoscritti all'Onu. Le bioplastiche, formate da polimeri che possono essere conferiti nei rifiuti compostabili, stanno finalmente prendendo piede nel settore della grande distribuzione. Ma tra le migliaia di buste di plastica a norma si nascondono purtroppo ancora troppe di quelle contraffatte.

Intervengono

  •  Michele Munafò, Istituto Superiore di Protezione Ambientale
  •  Carmine Pagnozzi, direttore di Assobioplastiche

Intervista a Michele Munafò del 10 settembre 2019

L'ISPRA sta collaborando alla discussione parlamentare per arrivare all'approvazione della prima legge contro il consumo di suolo in Italia. In questa intervista si fa il punto sui punti chiave della legge, e sulle cause e i danni correlati alla pratica di ricoprire il terreno naturale.

Intervista a Carmine Pagnozzi del 10 settembre 2019

Il Presidente di Assobioplastiche illustra intervenendo su Ecosistema le potenzialità e i possibili sviluppi del settore
 

Ultime trasmissioni

  • Green New Deal ed educazione ambientale 12.11.2019
    Il 7,6% suolo italiano è ormai irrimediabilmente coperto di asfalto, cemento e altri materiali artificiali. Da anni si attende una legge che permetta di raggiungere l'obiettivo di arrestare il consumo di suolo entro il 2050, come impongono l'UE e gli accordi sottoscritti all'Onu. Le bioplastiche, formate da polimeri che possono essere conferiti nei rifiuti compostabili, stanno finalmente prendendo piede nel settore della grande distribuzione. Ma tra le migliaia di buste di plastica a norma si nascondono purtroppo ancora troppe di quelle contraffatte.
  • Acqua e Sinodo Amazzonia 05.11.2019
    Il 7,6% suolo italiano è ormai irrimediabilmente coperto di asfalto, cemento e altri materiali artificiali. Da anni si attende una legge che permetta di raggiungere l'obiettivo di arrestare il consumo di suolo entro il 2050, come impongono l'UE e gli accordi sottoscritti all'Onu. Le bioplastiche, formate da polimeri che possono essere conferiti nei rifiuti compostabili, stanno finalmente prendendo piede nel settore della grande distribuzione. Ma tra le migliaia di buste di plastica a norma si nascondono purtroppo ancora troppe di quelle contraffatte.
  • Amazzonia e bracconaggio 29.10.2019
    Il 7,6% suolo italiano è ormai irrimediabilmente coperto di asfalto, cemento e altri materiali artificiali. Da anni si attende una legge che permetta di raggiungere l'obiettivo di arrestare il consumo di suolo entro il 2050, come impongono l'UE e gli accordi sottoscritti all'Onu. Le bioplastiche, formate da polimeri che possono essere conferiti nei rifiuti compostabili, stanno finalmente prendendo piede nel settore della grande distribuzione. Ma tra le migliaia di buste di plastica a norma si nascondono purtroppo ancora troppe di quelle contraffatte.
  • Deforestazione e Tevere Day 22.10.2019
    Il 7,6% suolo italiano è ormai irrimediabilmente coperto di asfalto, cemento e altri materiali artificiali. Da anni si attende una legge che permetta di raggiungere l'obiettivo di arrestare il consumo di suolo entro il 2050, come impongono l'UE e gli accordi sottoscritti all'Onu. Le bioplastiche, formate da polimeri che possono essere conferiti nei rifiuti compostabili, stanno finalmente prendendo piede nel settore della grande distribuzione. Ma tra le migliaia di buste di plastica a norma si nascondono purtroppo ancora troppe di quelle contraffatte.

Archivio


 
 

Earth Day Srl. Copyright © 2014 - All rights reserved.
Registrazione Tribunale di Roma N.247 del 11/11/2014